Tags

, , , ,

​PRESENTAZIONI: PATRIZIA LOMBARDO by Izabella Teresa Kostka 

Carissimi Lettori, oggi desidero presentarvi un’autrice d’origine argentina, una poetessa di grande sensibilità e profondità, apprezzata ed amata dal suo fedele  pubblico e premiata in numerosi concorsi letterari.

BIOGRAFIA

Patrizia Lombardo è nata a Buenos Aires il 5 maggio del 1961, ha frequentato le scuole Magistrali e, dopo aver conseguito il diploma di laurea I.S.E.F., ha ottenuto il brevetto di coach per diversamente abili, in modo da poter insegnare lo sport ai disabili intellettivi.

Madre di un ragazzo autistico, Patrizia ha sentito il desiderio di dedicarsi all’esternazione delle emozioni racchiuse nel profondo dell’animo.

Come autrice ha scritto cinque libri molto introspettivi, apprezzatissimi dalla critica, che si possono fregiare a buon diritto dei numerosi riconoscimenti ricevuti. 

A proposito della sua scrittura:

● Recensione dello scrittore Stefano Carnicelli:

“La voce del silenzio” è un libro che parla al cuore. È una storia vera in cui i fatti, la storia, i sentimenti si fondono così bene tra loro da creare un clima emotivo profondo e reale. Giuseppe è un bambino, un bel bambino che si affaccia al suo tempo. Con discrezione, appare come un burattino che vuole parlare anche se, in un tempo passato, il suo approccio era lisolamento dal mondo per vivere il suo mondo esclusivo. Parliamo di autismo. Giuseppe vive di piccole cose pressoché costanti e ripetitive anche se da questi gesti traspare la capacità di dire e di fare. Nella parte iniziale del libro, con parole semplici e dirette, l’autrice descrive le caratteristiche di questa patologia spesso ingiustamente ignorata. Oggi, purtroppo, i genitori di bambini con problemi di autismo sono costretti ad affrontare quasi da soli un percorso terapeutico che può dare, comunque, buoni risultati. Sicuramente è richiesta tanta forza di volontà ed un impegno costante. Come dice l’autrice io passo tanto tempo con mio figlio; il segreto sta propria in questa semplice e grande verità. E tanti piccoli passi aiutano a cancellare una presunta disabilità per renderla, invece, come una originalità nell’universale diversità. Patrizia Lombardo nelle pagine di diario apre le porte della sua vita vissuta con Giuseppe e per Giuseppe. Sono pagine toccanti e profonde in cui si respira ottimismo ed apertura alla vita. Oggi Giuseppe riesce a parlare, frequenta la scuola e fa sport. Può ritenersi fortunato per tutto ciò e deve certamente ringraziare la costante presenza delle persone che lo amano. Purtroppo molti bambini, oggi, non hanno avuto la stessa fortuna. Patrizia Lombardo ha dedicato la sua vita al piccolo Giuseppe. Per lui (e non solo) diventa coach per atleti con disabilità intellettiva, chiedendo a Dio la forza (che poi ha di suo) per allenarlo. Nelle pagine di questo piccolo-grande libro ho letto l’amore, la disperazione, la forza, il coraggio, la voglia di andare avanti per affrontare la vita. In fondo il sorriso di un bambino, un suo gesto, possono dare, ogni giorno, la gioia ed il coraggio di vivere. A Patrizia, i miei complimenti.

Stefano Carnicelli 

● Recensione di “Oltre la dimensione del tempo” di Patrizia Lombardo a cura di Ilaria Paradisi:

“Oltre la dimensione del tempo” è un libro di poesie della poetessa argentina, ma residente in Italia da tanti anni, Patrizia Lombardo.

C’è un bellissimo verso, il più bello di tutti, che descrive meravigliosamente l’anima di questa poetessa “vorrei essere un fiore tra le rocce, affinchè i miei colori rallegrino la tristezza”. Patrizia, infatti, è la madre di un bambino autistico che vive la disperazione di vedere il proprio bambino crescere nella solitudine, visitato, e non solo in sogno da chissa quale mostro, senza che lei possa fare niente per mandarlo via. Patrizia rivela il difficile ruolo nella vita di suo figlio nella poesia “Tu Vali” con questi semplici versi:

” Tutti i santi giorni ti do una prova di coraggio. Acenno un sorriso per farti stare sereno, quando dentro di me sono terrorizzata”. In un’altra poesia “Il clown sognatore” l’eroicità di questo compito viene descritto con una metafora bellissima “Sono un donatore di emozioni, come ogni sera, mi strucco da quel beffardo viso tentando di riconoscermi, solo per pochi spiccioli, sorrisi e applausi”.

Ma Patrizia è anche una donna che ama con generosità e dedizione un compagno che non forse non ha avuto la sua forza e non è stato all’altezza di affiancare la mamma di un figlio condannato alla solitudine. Anche i suoi versi d’amore raccontano di una donna capace di grande passione e dedizione verso le persone che ama. E per questo, non si puo che avvertire come un paradosso il fatto che un persona così emotivamente ricca sia stata privata da un destino beffardo della possibilità di un contatto emotivo con il proprio figlio.

Ma la sua mamma è capace di compiere l’impossibile e di riuscire a dargli voce, e a fargli gridare tutto il suo disagio con queste semplici parole: NON HO PACE! E, infatti, tra le piu belle e toccanti ci sono le poesie che danno voce al figlio come “Perché”, e “Vorrei dirvi”.

Stupende anche le poesie dedicate a Dio a cui si rivolge con questi versi toccanti: “Io lo so che ci sei, Dio se non avessi te, mi sarei persa per strada. Ti sento! Mi hai dato un compito così difficile; ti sento!” e ancora: “Con un battito d’amore , aprirò il mio cuore a Gesù vivente, risorto per noi: continuerò a udire la tua preghiera di vitasempre! Finché avrò respiro”.

Tra le mie preferite anche la poesia dedicata alla mamma e quella dedicata al mare, esempio di forza e di caparbietà: “Quanto ti ammiro,vorrei essere forte come te, che infrangendoti sugli scogli trovi sempre la forza per riprovarci”.

Che strano, nonostante tutto, in questo libro si avverte che la vita è piu forte della tristezza e, per usare la metafora stupenda della poetessa, si vede che il fiore tiene duro tra quelle rocce e che non sembra aver paura di seccare. E infatti Patrizia così scrive:

Così solo vincerai, se cadi,
rialzati,e ricomincia dal principio.
Non fare della tua vita
una vita senza tempo!
Tieni duro, stringi i denti
e non mollare.
Hai idea di quante Anime
vorrebbero essere ancora
sulla terra?

Ilaria Paradisi

● Vorrei dirvi di Patrizia Lombardo

Mamma, papà
se potessi vi regalerei
il cielo, per dimostrarvi
l’immensità del mio
amore.

So di essere un
ragazzo speciale,
e come tale
mi accudite, so
che vi rubo tutte
le vostre energie,
che la sera siete
a pezzi, vi vedo
e mi dispiace, ma
non so aiutarvi.

La mia mente vorrebbe,
il mio corpo reagisce
a modo suo.
È come se non riuscissi
a gestirmi.
Vi prego, non litigate per
me.

Vorrei non essere
oggetto di discussioni
frivole, ma esserlo per
situazioni di cui
valga la pena discutere,
sono io l’autistico,
non voi.

Non fatevi rubare
la vostra vita,
io ne sarò felice,
non voglio essere
compatito.

Voglio essere accettato
per come sono.
Voglio raggiungervi,
voglio trovare le mie
risposte.

Io ho solo voi,
datemi un segno e
sarò in voi.
Lassù in alto Dio vi
osserva, e vi restituirà
tutto ciò che la vita
vi ha tolto.
Immenso è il mio
amarvi!

● I links per acquistare i libri dell’autrice: 

http://m.libreriauniversitaria.it/#!/product/BIT/9788860962737

http://www.kimerik.it/SchedaProdotto.asp?Id=1897

Non potete rimanere indifferenti al potere dei versi di Patrizia Lombardo: non è una semplice poesia ma un racconto tratto dalla vita vissuta, sofferta e profondamente sentita in ogni giorno dell’esistenza. Imperdibile!

Izabella Teresa Kostka, Milano 2016

Advertisements