Guarda “PAOLO PROVASI presso MATER GRATIAE A MILANO; INNO ALLA MADRE TERRA 8.06.2018” su YouTube

Tags

, , ,

Advertisements

GRANDE SUCCESSO PER “INNO ALLA MADRE TERRA” PRESSO LA RESIDENZA MATER GRATIAE A MILANO

Tags

, , , ,

Evento “Inno alla Madre Terra ” nell’ambito del “Verseggiando sotto gli astri di Milano” presso la Residenza MATER GRATIAE A MILANO. Con la partecipazione di numerosi POETI scelti dal bando, autori RSA RSD, Ospiti Musicisti: Paolo Provasi, Alba Beretta, Giuseppe Negro, Marco Grassi. Organizzazione Izabella Teresa Kostka e Lina Luraschi in collaborazione con Vincenza Iacuzzo del MATER GRATIAE.

Presentatrice dell’evento Izabella Teresa Kostka. Foto: Luciano Di Sisto

8.06.2018

L’INNO ALLA MADRE TERRA: POESIE E POETI SELEZIONATI

Tags

, , , , , , ,

Carissimi!

Innanzitutto ringraziamo per la numerosa partecipazione e tanti, veramente meritevoli testi pervenuti. Dopo un’attenta lettura dei Vs elaborati, prendendo in considerazione l’integrità del programma ( dovuta per evitare le ripetizioni tematiche, somiglianze stilistiche e rispettando la tempistica consentita), pensando alla resistenza fisica del nostro particolare e stimato Pubblico MATER GRATIAE, abbiamo deciso di selezionare per l’evento “L’INNO ALLA MADRE TERRA “, in programma per l’8 giugno, i seguenti testi e i poeti:

● Francesco Saverio Bascio: Distanze

● Maria Rosa Oneto: Son fatta di carne

● Fabio Amato: Sicilia, Chernobyl

● Massimiliana Pieri: Vita Universale

● Barbara Rabita: Sotto il cielo, Fracking

● Antonio Laneve: Il Pianeta, Padre

● Domenica Pontoriero: Terra

● Patrizia Varnier: Questo posto è nostro, Siamo alberi

● Giuseppe Leccardi : Terra Promessa

● Pasqualina Di Blasio: La Madre Terra

● Candido Meardi: L’ultima valle

● Giulia Catricalà: La prima lacrima, Bianca di alba

● Mariangela Ungaro: Ad Emanuele

● Margherita Bonfilio: Spaventapasseri

● POESIE dei ragazzi RSD e RSA MATER GRATIAE lette da Bruna Andreatta ed Ernesto Sogni

Organizzatrici evento (un testo per ciascuna):

● Izabella Teresa Kostka

● Lina Luraschi

● Vincenza Iacuzzo

Intermezzi musicali a cura di:

● gruppo teatrale musicale ” Poeticanti” Paolo Provasi (ukulele, canto) e Roberta Turconi (canto)

● duo Alba Beretta (canto) e Marco Grassi (chitarra)

Complimenti a tutti!

Il nostro incontro si svolgerà VENERDÌ 8 GIUGNO dalle ore 17.00 presso RESIDENZA MATER GRATIAE, VIA RUTILIA 26 a MILANO.

INGRESSO LIBERO E GRATUITO

Vi aspettiamo numerosi.

Izabella Teresa Kostka

Lina Luraschi

TESTI E POETI PARTECIPANTI ALL’INCONTRO “IL REALISMO TERMINALE DELLA CONTEMPORANEITÀ” CON GUIDO OLDANI E GIUSEPPE LANGELLA presso la Villa del Grumello a Como del 18 marzo 2018.

Tags

, , , , , , , ,

Carissimi!

In seguito, come pro memoria, riporto TESTI SCELTI PER L’EVENTO “IL REALISMO TERMINALE DELLA CONTEMPORANEITÀ” PRESSO LA VILLA DEL GRUMELLO A COMO, 18 marzo 2018 (in ordine casuale), organizzato sotto l’egida del programma itinerante “Verseggiando sotto gli astri di Milano ” nell’ambito del ciclo NUOVI ORIZZONTI POETICI. Organizzazione e presentazione Izabella Teresa Kostka e Lina Luraschi in collaborazione con l’associazione Villa del Grumello a Como.

Buona lettura rovesciata a Tutti!

Partecipanti:

LORENZO SPURIO (assente all’evento)
TANIA DI MALTA
ROSA MARIA CORTI
MARIA TERESA TEDDE
LOREDANA BORGHETTO
GIANPIERA SIRONI
AGNESE COPPOLA
LORENZA AUGUADRA
ROSSANA BACCHELLA (assente all’evento)
PATRIZIA VARNIER
GIULIA CATRICALÁ
GIUSEPPE LECCARDI
BARBARA RABITA
IZABELLA TERESA KOSTKA
LINA LURASCHI
VALENTINA NERI
MARCO PELLEGRINI
GIUSY CÀFARI PANÌCO

● LORENZO SPURIO

La cinta stretta

Dell’altro punto controverso
avrei detto in immagini doppie,
se credi che il cielo copra tutto
scopri bugie coperte di nero di seppia.
Pare tutto così costante,
non credi alla lotta che accade:
sai tagliare sogni e incollarli all’acqua,
pure le formiche sanno gestire il danno
ma nei tribunali degli invertebrati
non si sa chi ha il turno a parlare.
Quello che è successo è nelle cose fatte,
la paura è pulviscolo che intacca,
costringe il tempo a rivelare risposte:
hai stretto la cinta dei pensieri.

● TANIA DI MALTA

ISOLE

Guardiamo la luna
attraverso ingressi di silos
come gatti acciambellati
maciniamo mantra solitari.
Isole
come telefoni senza filo
percorriamo la distanza,
fra noi e l’infinito.

● ROSA MARIA CORTI

Effetto tropicale

Come una discarica incinta l’oceano
partorisce forchette, bicchieri, contenitori.
Dice un piccolo granchio sbadato
che nel collo di una bottiglia si è infilato:
“Di decenni di scarichi in mare
è questo l’effetto tropicale”.

● MARIA TERESA TEDDE

Cic Ciac

mettiamo azzurro
a questi piedi ciechi
che senza noi
non sanno dove andare.
I nostri tacchi da vertigine
vacillano certezze
sul nostro collo da allegre giraffe.
Portiamo caraffe
sotto le gambe incerte
di questa donna inerme su di noi.
Stivali azzurri di plastica
un vecchio cielo rispecchiato
e stelle che sembrano di latta.
Siamo più veri
di fiocchi di neve
e di occhi di lana.
Con noi la tramontana
è sconfitta .
Vai in soffitta
a conservare sogni, vai.

● LOREDANA BORGHETTO

Container gravidi

Siamo container gravidi
tra profili freddi in un cielo finto
mentre rami meccanici forzano
lo scrigno dei nostri desideri
per riempirlo di amputati regali.
Vestiti di oggetti denudati di pensieri
arresi ormai ai simulacri della felicità
tra inaridite zolle seminiamo fiori malati.

Ho voglia di sgravarmi
dell’immaginario concluso in oggetti
che creano inciampo, voglio rivedere
profili di montagne e colline
stagliarsi in un cielo vero
voglio accendere le lucciole
col profumo del fieno
e fare l’amore tra spighe e papaveri.

● GIANPIERA SIRONI

VUOTO A PERDERE

Un barattolo pieno di sogni

il mio cuore,

col coperchio socchiuso

e mille emozioni

pronte a venir fuori.

Una bottiglia tra le onde

la mia vita,

con un messaggio

per te che un giorno

mi raccoglierai.

● AGNESE COPPOLA

SENZA TITOLO

Orbite e satelliti
ciminiere e pendenti,
un racconto strano:
leghe metalliche
confinate e conficcate
in vortici virtuali.

Una gru pende
e sospende
anche lo sguardo
di un mattone
che si posa
come una mattina di cemento.

● LORENZA AUGUADRA

SENZA FINE

L’ottimismo è già spiegato, basta un tempo

aggiuntivo di lavoro per dare all’INPS

quell’ultima stagione di decoro.

La chiamano longevità la stazione dell’inferno

nello stanzone di un lavoro, poco importa

precario o di singhiozzo: quel che conta

non è restare umani ogni giorno, ciascuno nel suo

abisso di spazio, ma entrare dritto giovinetto

in qualche galera del profitto e poi uscire

stempiato in orizzontale

sopra il velluto silenzioso di un pianale.

● ROSSANA BACCHELLA

Impossibile recuperare

L’amore s’è addormentato in un bosco
dove raggi di sole filtrano appena.
Nessun bacio nocciola e cioccolato lo ha mai risvegliato.

Ho dimenticato l’amore in un supermercato,
forse l’ho perso in una strada troppo affollata.
L’ho cercato per un po’, poi mi sono rassegnata.

L’amore s’è fermato a un passaggio a livello,
è lì ad aspettare un treno mai passato.
Fermo, come un orologio analogico lasciato nel cassetto.

Il numero dell’amore è rimasto
dentro un cellulare superato, in una SIM bruciata.
Un cinese ha sentenziato: “Impossibile recuperare”.

● PATRIZIA VARNIER

Macchie sul muro

Se l’Universo fosse
una immensa casualità,
hai presente quelle macchie sui muri
che ricordano animali o persone?

Io ho visto in internet una volta
la foto di un ritratto di Garibaldi,
invece era solo una scrostatura,
una casuale scrostatura di intonaco sul muro.
E lo giuro sembrava lui, Garibaldi,
era proprio lui, senz’ombra di dubbio Garibaldi.

E ora passando da Brugherio
ho visto su un muro David Bowie,
la sua faccia, dal marciapiede al tetto.
Ed era lui, proprio lui, David Bowie.
Ma non erano che macchie di pioggia,
nient’altro che macchie di umidità sul muro.

E se tutto l’universo
fosse solo una macchia di pioggia,
una immensa macchia casuale?
Io lo capirei, sì,
questo sarebbe possibile
e comprensibile.

Ma io non riuscirei a spiegarmi
comunque,
non potrei spiegarmi in ogni caso,
da dove spunta
questa infinita voglia di Infinito
che mi urla in petto.

E non è intonaco, e nemmeno pioggia.

● GIULIA CATRICALÁ

Vedrai anche nuvole nere

Vedrai anche nuvole nere
e raggi come chiodi,
vedrai gigli piegati,
nella sacra attesa di vita e
aspetterai, così è per tutti.
Tutto questo troppo sentire
aprirà le zolle, romperà i muri,
ti piegherà i pugni,
accartoccerà gli occhi.
E solo dopo vedrai
quanto era piccola e vicina
la cruna della felicità.

● GIUSEPPE LECCARDI

METRO LILLA

Si viaggia come proiettili, veloci
sotto le strade, le piazze, i viali
e le cantine buie delle case
nel tunnel di cemento che ingoia
anguille luminose di passaggio.
Si corre su rotaie parallele
che brillano di lucido metallo
fili d’Arianna che portano a stazioni
concentrato di luci e di rumori.

Siamo lampade accese
per la giostra dell’eterna notte
del nero labirinto dove
nemmeno il vento s’avventura,
rifugio di clochard e di serpenti.
Città sepolta, capovolta, oscura
che ha per cielo la sua terra dura.

● BARBARA RABITA

Saldi

In vetrine incolori
sfilano i vestiti
forniti di gambe
lisce e snelle.

Sono ciò che
non ero mai stata
in questi colori dorati
luccicanti di poco
e sorrisi di commesse
sempre convincenti.

Il vestito mi indossa
si rimira, si compiace
mi compra a poco prezzo
esce soddisfatto,
sfilano gli oggetti
gli fanno i complimenti.

● IZABELLA TERESA KOSTKA

Tratto da “PILLOLE”

Mi aggrappo alla speranza
come ad un gancio da traino
sporgente dalla (rotta) carrozzeria

viaggio
trascinata sulle tangenziali
di questa affrettata vita

sbandando
confusa da troppe deviazioni.

● LINA LURASCHI

SENZA TITOLO

I ricordi stoccati
come residui differenziati
in spazi astratti su memorie di cellulari
Delirio di un mondo decomposto
cronache di asfittiche metropoli
e sguardi che navigano a vista
Manichini su tapis roulant
… una cinghia che soffoca la vita

● VALENTINA NERI,
MARCO PELLEGRINI
GIUSY CÀFARI PANÌCO (testi non pervenuti in redazione).

Tutti i diritti riservati agli autori

Foto Flavio Casoni

“PAESAGGI LIBERI ” CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE: PRESENTAZIONE DELL’ANTOLOGIA

Tags

, , , , , ,

Sotto L’EGIDA del programma VERSEGGIANDO SOTTO GLI ASTRI DI MILANO la presentazione dell’antologia contro la violenza sulle donne “PAESAGGI LIBERI” a cura di PASQUALE DE FALCO. Microfono APERTO anche per gli autori non pubblicati nell’antologia. SABATO, 30 GIUGNO 2018 ore 17.00, Chiesetta dell’Assunta Cascina Linterno a Milano, via Fratelli Zoia 194. Per info e adesioni al Microfono APERTO scrivete a: verseggiando.eventi@yahoo.it

Intermezzi teatrali a cura della bravissima e molto apprezzata attrice comasca di immensa intensità: Domitilla Colombo.

Organizzazione: Izabella Teresa Kostka, Pasquale De Falco in collaborazione con l’associazione Amici Cascina Linterno.

Guarda “VIDEO RICORDO “Le maree della vita” – 17° VERSEGGIANDO SOTTO GLI ASTRI DI MILANO” su YouTube

Tags

, , , , , ,

“Le maree della vita” (CTL Editore) la presentazione dell’antologia benefica a cura di Izabella Teresa Kostka e Lina Luraschi con Microfono APERTO presso la Chiesetta dell’Assunta Cascina Linterno a Milano, nell’ambito del 17° VERSEGGIANDO SOTTO GLI ASTRI DI MILANO. Ospiti Speciali: gruppo teatrale musicale “Poeticanti” Paolo Provasi e Roberta Turconi. Organizzazione e presentazione: Izabella Teresa Kostka
Evento in collaborazione con l’associazione Amici Cascina Linterno a Milano (Gianni Bianchi e Giuseppe Leccardi). Foto: Umberto Barbera e Luciano Di Sisto, 05.5.2018.

17° VERSEGGIANDO SOTTO GLI ASTRI DI MILANO “LE MAREE DELLA VITA”

Tags

, , , , ,

“Le maree della vita” (CTL Editore) la presentazione dell’antologia benefica a cura di Izabella Teresa Kostka e Lina Luraschi con Microfono APERTO presso la Chiesetta dell’Assunta Cascina Linterno a Milano, nell’ambito del 17° VERSEGGIANDO SOTTO GLI ASTRI DI MILANO. Ospiti Speciali: gruppo teatrale musicale “Poeticanti” Paolo Provasi e Roberta Turconi. Organizzazione e presentazione: Izabella Teresa Kostka.
Evento in collaborazione con l’associazione Amici Cascina Linterno a Milano (Gianni Bianchi e Giuseppe Leccardi). Foto: Umberto Barbera e Luciano Di Sisto. 05.5.2018.

BANDO SELEZIONE PARTECIPANTI ALL’EVENTO “L’INNO ALLA MADRE TERRA” presso MATER GRATIAE A MILANO

Tags

, , , , ,

CARISSIMI!
Su grande richiesta e con enorme gioia, ritorneremo a giugno alla RESIDENZA DELLA TERZA ETÀ MATER GRATIAE per un pomeriggio poetico – musicale nell’ambito del Verseggiando sotto gli astri di Milano e intitolato “L’ INNO ALLA MADRE TERRA”. Ecco i dettagli dell’evento:

■ VENERDÌ 8 GIUGNO ORE 17.00 presso la RESIDENZA MATER GRATIAE , VIA RUTILIA 26 a MILANO

Il pomeriggio poetico 18° VERSEGGIANDO SOTTO GLI ASTRI DI MILANO intitolato “L’INNO ALLA MADRE TERRA”

Lettura di poesie di autori vari con intermezzi musicali.

● PER PARTECIPARE AL READING DELLE POESIE

Spedire due testi poetici a tema

“L’ INNO ALLA MADRE TERRA”

accompagnati da una breve recente nota biografica alla mail:

verseggiando.eventi@yahoo.it

Scadenza invio elaborati:

28 maggio 2018 ore 23.59.

● SUGGERIMENTI TEMATICI

– Pianeta Terra, ambiente

– riflessioni sul rapporto personale con la Natura e col Mondo in cui viviamo

– la personificazione del Pianeta Terra come Madre di ogni creatura vivente

– visioni individuali riguardanti Pianeta Terra, problemi ambientali, le bellezze naturali, le diversità etc.etc.

La lista dei poeti selezionati verrà pubblicata dopo la chiusura del bando entro il 31 maggio.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!

NON MANCATE.

Organizzazione: Izabella Teresa Kostka e Lina Luraschi in collaborazione con Residenza MATER Gratiae e Vincenza Iacuzzo.

Lombardia, 4 maggio 2018.

REALISMO TERMINALE e PETRARCA presso LA CASCINA LINTERNO A MILANO

Tags

, , , , , , , , ,

Uno splendido pomeriggio pregno di profonde emozioni artistiche durante la 2° puntata del nostro ciclo “NUOVI ORIZZONTI POETICI”, organizzata sotto l’egida del “Verseggiando sotto gli astri di Milano” e intitolata “REALISMO TERMINALE OMAGGIO (ROVESCIATO) A PETRARCA” tenutasi il 20 aprile 2018 presso la Chiesetta dell’Assunta Cascina Linterno a Milano. Ospiti straordinari e protagonisti dell’incontro: il M° GUIDO OLDANI (padre del Realismo Terminale, poeta) E IL PROF. GIUSEPPE LANGELLA (critico letterario, poeta). Intermezzi musicali a cura di Paolo Provasi (Poeticanti), letture di poesie di Francesco Petrarca: Domitilla Colombo (attrice). Con la partecipazione di numerosi autori contemporanei selezionati dal bando e appartenenti al Realismo Terminale. Responsabili programma: organizzatrici e presentatrici Izabella Teresa Kostka e Lina Luraschi in collaborazione con l’associazione Amici Cascina Linterno a Milano Gianni Bianchi e Giuseppe Leccardi.

Foto: Umberto Barbera e Luciano Di Sisto